From the mid 80s through the 90s, Rome was the scene of a local phenomenon linked to the music and lifestyle of American Punk/Hardcore. This is the story of the Romans who used the foundation of American Hardcore to shape their own local culture. The film is a socio-anthropological journey shot over 5 years, showcasing the history of the struggle to launch a Hardcore scene within the established underground and political movements in Rome. The narrative investigates the domestication of a foreign culture before the days of Internet and easy globalization, when kids distributed  fanzines in lieu of Internet and exchanged records instead of file sharing. How can a foreign phenomenon be imported and reinterpreted to become an authentic expression of a brand new tradition?

Cosa spinse dei ragazzi romani, tra la metà degli anni ’80 e la fine dei ’90, ad organizzare, in maniera spontanea, un movimento legato alla musica Hardcore e Punk americana per farne una nuova tradizione locale? Girato nell’arco di cinque anni, il film è un viaggio socio-antropologico nelle vite e nei ricordi dei protagonisti che per primi hanno importato nel contesto sub-culturale italiano elementi e linguaggi musicali, estetici, grafici e attitudinali dalla scena americana, metabolizzandoli localmente fino a farli diventare unici. La storia di chi, prima di internet, ha gettato le basi di una scena che negli anni si è affermata come una vera e propria cultura.

RMHC 1989-1999 HARDCORE A ROMA
HD Video - Audio Stereo - 76’ - Italia 2012

Diretto da: Giulio Squillacciotti
Scritto e prodotto da: Giulio Squillacciotti, Alessandro Giordani
Montaggio: Alessandro Giordani
Post Audio: Giuseppe Silvi
Sound Editing: Marco Antonelli
Color Grading: Michele De Angelis, Alex Rambaldi
Post-produzione: Digital Room
Musiche: Gipsy Rufina